logo fnb
food&hospitality
giugno 14, 2021 - La città della Pizza

Nella Capitale vanno in scena le mille sfumature della pizza

Più di 100 pizze differenti in compagnia di oltre 60 tra i migliori pizzaioli e maestri panificatori d’Italia, ma non solo. Saranno infatti decine e tutte differenti le iniziative in programma a La Città della Pizza 2021, la grande manifestazione, ideata da Vinòforum e realizzata con la collaborazione di Ferrarelle, in scena a #Roma da venerdì 18 a domenica 20 giugno, presso lo spazio eventi Ragusa Off (in Via Tuscolana, 179).

Se ogni giorno tutti i presenti potranno degustare le diverse varianti di pizze sfornate di continuo dalle Case de #lacittadellapizza, allo stesso tempo chi è alla ricerca di un’esperienza unica potrà partecipare agli incontri, con un numero limitato di ospiti, di Pizza&Champagne. Il progetto realizzato in collaborazione con Polselli e Ruinart e il supporto tecnico di Paolo Parravano, prevede quattro appuntamenti, due pranzi e due cene, e quattro menu speciali. I maestri pizzaioli Luca Mastracci, Ivano Veccia, Francesco Arnesano e Jacopo Mercuro creeranno pizze con topping unici grazie all’utilizzo di prodotti dell’eccellenza territoriale selezionati grazie alla collaborazione di Polselli. A rendere ancora più esclusivo ogni incontro, gli abbinamenti con lo #champagne Rosé firmato Ruinart, la più antica Maison de #champagne. “Perfetto l’accostamento alla pizza gourmet che rappresenta l’italianità nella sua essenza di street #food di alta qualità”, dice Silvia Rossetto, Senior Brand Manager Ruinart. Una storia centenaria di eccellenza e savoir-faire con un costante impegno nel promuovere un art de vivre consapevole. L’impegno della Maison Ruinart nel preservare la natura e il savoir-faire si evince nel nuovo e rivoluzionario packaging “second skin”, completamente ecologico, nell’ottica di una sostenibilità che accompagna ogni fase di lavorazione del prodotto, dalla vigna alla bottiglia. Un valore inestimabile, che rende ancora più prezioso il prestigioso nettare.

Educazione e formazione sono altri due aspetti fondamentali dell’evento. Per questo motivo #lacittadellapizza ha pensato a laboratori e workshop, utili tanto al pubblico di appassionati quanto a quello degli addetti ai lavori. Tantissime le tematiche prese in esame, dai possibili nuovi business agli abbinamenti, passando per i giusti ingredienti per una pizza di qualità, l’asporto, i dessert in pizzeria e molto altro ancora. Protagonisti alcuni grandi nomi degli impasti, ma anche altre figure professionali di questo mondo. Tutti gli incontri sono gratuiti e prenotabili in loco fino a esaurimento posti.

Uno spazio importante sarà poi quello denominato Pane&Olio, due preziosi e antichi totem alimentari del territorio italiano. Qui sarà possibile conoscere alcune aziende di eccellenza, degustare i loro prodotti e, anche in questo caso, partecipare a numerosi focus tematici (sempre gratuiti e prenotabili in loco fino a esaurimento posti). Con i maestri dell’arte bianca in particolare si discuterà di lievito madre, di nuove tecniche, di stagionalità del pane e di tutti i segreti di un mestiere che non smette mai di stupire.

Con l’obiettivo di essere sempre in linea con i nuovi e tanti trend del settore, #lacittadellapizza dedica, grazie all’azienda Di Marco e all’Associazione Originale Pinsa Romana, uno spazio dedicato a laboratori e corsi gratuiti sulla pinsa e teglia Romana, affrontando i temi dell’abbinamento con il vino, del senza glutine, del gourmet e dello street #food.

Dopo il successo delle precedenti edizioni e grazie alla collaborazione di Luciana Squadrilli, si inaugura il nuovo palcoscenico riservato ai pizzaioli emergenti: Stand Up Pizza, il contest al quale partecipano nuovi talenti e artigiani esperti per farsi conoscere e presentare il proprio modo di intendere la pizza. Tutti i concorrenti dovranno realizzare, “live”, una pizza con i prodotti della dispensa messa a disposizione dall’organizzazione e dai partner de #lacittadellapizza, spiegando il tipo di impasto proposto e l’utilizzo degli ingredienti. La sfida prevede inoltre l’uso obbligatorio di un ingrediente a sorpresa, svelato sul momento. L’ingrediente a sorpresa farà parte di un paniere di prodotti selezionati tra i Presìdi Slow #food italiani. A giudicare le ricette dei pizzaioli sarà una competente giuria di addetti ai lavori, composta da noti pizzaioli, chef e giornalisti. Il vincitore di Stand Up Pizza entrerà di diritto con la sua “casa” nella prossima edizione de #lacittadellapizza #Roma e riceverà una fornitura di prodotti messa a disposizione dai partner.

In ultimo, ma non per ordine di importanza, l’Area Business, un apposito spazio che #lacittadellapizza offre a tutti gli operatori del settore, favorendo la conoscenza e lo scambio con alcune importanti realtà dell’universo pizza. Tra queste AVPN – Associazione Verace Pizza Napoletana, che firmerà un calendario di attività, guidate da Salvatore De Rinaldi, Giuseppe Cravero e Peter Surace, con focus sulla regina delle pizze, la Margherita, approfondimenti sul fascino discreto del km 0, racconti sul lievito madre e consigli su come NON fare la vera pizza napoletana.

Tutte le iniziative si svolgeranno nel pieno rispetto di un rigido protocollo di sicurezza così come previsto dalle normative vigenti. L’ingresso all’evento è come di consueto gratuito ed è vivamente consigliata la prenotazione seguendo tutte le istruzioni sul sito internet www.lacittadellapizza.it.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare

News correlate

giugno 17, 2021
ottobre 14, 2020
ottobre 08, 2019

Protagonisti oltre 60 tra i migliori pizzaioli d’Italia, più di 100 le pizze proposte, per la prima volta anche in delivery. Abbin...

La quarta edizione capitolina della manifestazione La Città della Pizza (format ideato da Vinòforum e realizzato con la collaboraz...

Per la prima meneghina del grande evento dedicato al prodotto italiano più amato nel mondo, presenti alcuni dei protagonisti della...