logo fnb
food&lifestyle
marzo 05, 2019 - Banfi

Cambiamento climatico e vino: Cristina Mariani-May ospite al Summit di Porto (5-7 marzo, 2019). Tra gli ospiti anche l’ex vicepresidente americano Al Gore

Da oggi, fino al 7 marzo, a Porto si discute di cambiamento climatico, di proposte per lavorare insieme al fine di ridurre l’impatto ambientale e di vere e proprie soluzioni per il settore vinicolo

Cristina Mariani-May, proprietaria e CEO di #banfi, come riconoscimento della sua leadership nel settore, è stata invitata a portare la sua testimonianza di produttrice vinicola al summit sul cambiamento climatico legato al mondo vinicolo, che si tiene a Porto da oggi fino al 7 marzo. 

“Il focus principale per il futuro” dichiara Cristina Mariani-May” è la #sostenibilita. Uno dei miei obiettivi principali è lasciare ai miei figli il territorio in cui #banfi opera in uno stato migliore rispetto a come lo abbiamo trovato”.  Continua “A #banfi abbiamo iniziato a lavorare in modo sostenibile quando ancora non si parlava così tanto di #sostenibilita. Assicurare un ecosistema bilanciato, mantenendo ed alimentando la biodiversità nella nostra tenuta, essere sempre alla ricerca di nuovi metodi per mantenere il nostro territorio in perfetta salute e i nostri vini salubri, oltre che ridurre al minimo il nostro impatto sul pianeta, sono diventati il nostro modus operandi”.

Il mondo vinicolo è fortemente legato all’ambiente e al territorio in cui lavora e, parlare delle sfide che ogni giorno si affrontano a causa del cambiamento climatico, confrontandosi con proprietari di aziende vinicole, scienziati, leader economici, enologi, importatori, incoraggia tutto il settore a lavorare insieme, a trovare delle soluzioni a breve e medio termine, per ridurre l’impatto sull’ambiente. Oltre a #cristinamarianimay, sono numerosi gli speaker di alto rilievo che porteranno la loro testimonianza, tra questi anche l’ex Vicepresidente degli Stati Uniti #algore, e che insieme produrranno il Protocollo di Porto.

Nel 2000 #banfi ha iniziato un percorso sulle certificazioni che nel 2006 l’ha portata a concludere un percorso e ad ottenere, come prima azienda vinicola nel mondo, la certificazione per l’etica e la responsabilità sociale (ISO 14001, ISO 9001 and SA 8000). Dal 2015 #banfi redige, inoltre, il Bilancio di #sostenibilita con cui riporta per ciascun anno le pratiche sostenibili applicate ad ogni settore della propria attività.