logo fnb
food&lifestyle
giugno 02, 2018 - Montecappone Mirizzi Viticoltori

L'azienda Montecappone – 50° anniversario

Valorizzare i vitigni autoctoni, #verdicchio in testa (vino ambasciatore delle Marche nel mondo), esaltandone la grande versatilità e producendo esclusivamente vini imbottigliati all’origine. E’ questa la vocazione di #montecappone, l’azienda vinicola della famiglia #mirizzi - già proprietari della storica Enoteca Bomprezzi a Roma, in zona Tuscolana - che quest’anno festeggia i suoi 50 anni di attività. Dura infatti da mezzo secolo la storia d’amore con le proprie vigne situate sulle colline e sui Castelli di #jesi, dove da tre generazioni si producono vini che sono un’autentica espressione del territorio e che rispondono a requisiti imprescindibili come l’accurata selezione delle uve sul vigneto, le basse rese per ettaro e la vinificazione senza ossigeno, senza mai perdere di vista l’importanza della sostenibilità ambientale. Fondata nel 1968 da Recildo Bomprezzi con altri due soci marchigiani, l’azienda vive un momento di grande svolta quando nel 1997 la proprietà passa interamente nelle mani della famiglia Mirizzi-Bomprezzi che decise di ampliare la cantina esistente e avviare importanti lavori di rinnovamento dei vigneti. Una scelta che ha permesso a questa realtà marchigiana, oggi guidata da #gianlucamirizzi, di crescere in modo esponenziale e di imporsi nel panorama vitivinicolo regionale, coniugando numeri e qualità. La #montecappone attualmente si estende su quasi 35 ettari, coltivati principalmente a #verdicchio e #montepulciano secondo i principi della lotta integrata, esprimendo una produzione che si aggira sulle 180mila bottiglie l’anno, vendute per il 40% all’estero, soprattutto in Usa, Giappone, Danimarca, Olanda, Belgio, Svizzera e Germania. Una quindicina le etichette aziendali, tra bianchi, rossi, rosati, bollicine e vini dolci, realizzate sotto la supervisione dell'enologo Lorenzo Landi: prime fra tutte, Utopia (Castelli di #jesi #verdicchio Classico Riserva Docg) e Federico II A.D.1194 (Verdicchio dei Castelli di #jesi Classico Superiore). Ma nella produzione bianchista della cantina ci sono anche Madame (Marche IGT Passerina), Monsieur (Offida Docg Pecorino), Tabano (Marche IGT Bianco), La Breccia (Marche IGT Sauvignon) e altri tre Verdicchi, tra cui Muntobe (Verdicchio dei Castelli di #jesi Classico Superiore). Completano la gamma, tre rossi (Tabano e Utopia, entrambi Marche IGT Rosso, e Rosso Piceno), due bollicine Spumante Passerina Brut e Spumante Sauvignon Igt, il rosato Pergolesi A.D. 1710 Marche IGT e i due vini dolci Ákinos Marche IGT Bianco e Résio #verdicchio dei Castelli di #jesi Passito da uve botritizzate. Accanto ai vigneti, #montecappone possiede anche 13 ettari di oliveti situati nel comune di #jesi: circa 3.400 piante che danno origine a 4 oli extra vergine di oliva, di cui tre monovarietali, Ascolana Tenera, Raggia e Leccino; e a tre oli fruttati, ottenuti dalla frangitura delle olive con erbe e frutta biologica (limone, basilico e chili).


Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare

Filtro avanzato