logo fnb
food&lifestyle
luglio 18, 2017

37° Festival Oriente Occidente: non muri, ma ponti tra culture, corpi e idee in movimento

Oriente Occidente annulla le distanze geografiche e mette in scena il dialogo tra culture differenti. Sul palco i corpi liberi e ribelli di #aboulagraa (Wonderful one, Compagnie La Baraka, prima mondiale), il confronto tra passione e regole di #sangjijia (Pa|Ethos, Spellbound Contemporary Ballet), l’intreccio tra arti marziali, filosofie e teatro totale a cura di #ruoyuliu e #chihchunhuang (Beyond Time, U-Theatre),  l’ispirazione orientale e fiabesca messa in scena da #angelinpreljocaj (La Fresque, Ballet Preljocaj).  
Rovereto, 18 luglio 2017_ Da 37 anni Oriente Occidente sostiene e promuove un approccio interculturale alla #danza e al teatro, che rappresenta la sua ragione di essere.  L’edizione 2017 si segnala per alcuni appuntamenti che si sviluppano attraverso la collaborazione tra coreografi e artisti di Paesi e culture differenti, e interpretano temi che intersecano l’attualità e il tema dell’interculturalità: dal corpo, s-coperto e svelato nella sua essenza, alla libertà di movimento e di espressione, dentro e fuori i confini del proprio Paese, al confronto tra modernità e tradizione.

Maggiori informazioni nel comunicato stampa da scaricare

News correlate

giugno 15, 2017
maggio 25, 2017
marzo 23, 2017

Ti potrebbe interessare anche

gennaio 25, 2017
giugno 16, 2016
febbraio 17, 2016

Filtro avanzato