logo fnb
food&lifestyle
maggio 11, 2017 - Giardini di Sissi

Tante idee per un insolito weekend ai Giardini di Sissi

Cultura, gastronomia di alto livello, #sport, terme e #relax: a due passi dai Giardini di Castel Trauttmansdorff, la città di Merano regalerà esperienze uniche a chi vorrà concedersi una fuga dalla routine, tra panorami mozzafiato ed attrazioni multisensoriali esclusive.

Il panorama culturale si coniuga alla vista mozzafiato dei monti del Gruppo Tessa e della Val d’Adige; il clima mite abbraccia tutto il fascino della storia, in un connubio tra mondo alpino e mediterraneo. Un’oasi di pace e attrazioni multisensoriali è pronta ad accogliere chi vuole vivere un’esperienza di #relax e cultura, rigenerando mente e corpo in un weekend fuori dallo stress. Tutto questo e molto altro si trova ai Giardini di Castel Trauttmansdorff, il parco della principessa Sissi, situato nella meravigliosa cornice della conca di Merano.

Qui il contrasto tra la vegetazione tipicamente mediterranea, favorita da un microclima del tutto unico e particolare, e le cime ricoperte di neve è parte integrante del fascino della città, la cui fama millenaria si concilia alla salute, alla cura e al benessere. Già dal XIX secolo infatti, sulla scia dei celebri soggiorni dell’Imperatrice d’Austria Sissi, Merano divenne una delle mete di villeggiatura più ricercate, consolidando via via l’apprezzamento per l’Alto Adige come regione per le vacanze. Oggi contemporaneità e storia, mediterraneità e civiltà altoatesina convivono in un accordo perfetto, offrendo occasioni di divertimento, #sport, gastronomia di alto livello e tanto #relax.

La posizione geografica protetta, fra le montagne del nord Italia, ha permesso inoltre lo sviluppo di una notevole biodiversità vegetale, che esplode in un tripudio di profumi e colori proprio all’interno dei #giardinidisissi. Oltre 80 ambienti botanici dislocati in dodici ettari di terreno e corredati da giardini a tema e numerosi padiglioni artistici, sono arricchiti da stazioni sensoriali e numerose attrazioni, offrendo un universo di piante, fiori, laghetti e sentieri che dolcemente accompagnano i visitatori in un percorso rilassante sotto i raggi del sole.

In questo luogo, l’intreccio fra natura e arte si coniuga alla storia: imponente, al centro del parco si erge Castel Trauttmansdorff, luogo amato dall’Imperatrice d’Austria che vi dimorò per brevi periodi per godere delle cure termali e di lunghe passeggiate indisturbate.

Oggi, lo spirito innovativo, gli eventi, la fauna tematica, l’architettura antica e moderna e l’armonia fra arte natura sono gli elementi vincenti che fanno di questa meta l’attrazione turistica più visitata dell’Alto Adige, premiata a livello mondiale e inserita nel network d’eccellenza dei Grandi Giardini Italiani.

A due passi da Castel Trauttmansdorff, una vasta rete di piste ciclabili e itinerari per mountain bike consente di poter pianificare una vacanza scordando l’auto in garage. È possibile visitare Merano girando comodamente su due ruote, percorrere gli antichi Waalwege, i sentieri che fiancheggiano i canali di irrigazione e l’Alta Via di Merano, uno degli itinerari più affascinanti delle Alpi, che si estende per ben 100 km.

Al termine di una giornata intensa, i centri wellness dei numerosi alberghi presenti nella zona sono pronti a regalare occasioni di #relax e trattamenti con prodotti naturali tipici, dal bagno nel fieno ai massaggi rigeneranti all’uva, ai peeling alla mela. Le Terme di Merano, con un parco di cinque ettari, saune e piscine, spa e impianti per inalazioni termali, sono l’ideale per ritrovare un’energia positiva, fra avventure sensoriali esclusive.

E per concludere un’esperienza di #sport e riposo, niente di meglio di una cena a base di prodotti tipici. Speck, strudel di mele, canederli, limoni, caffè, pizza: i piatti della tradizione alpina si combinano felicemente con quelli della cucina italiana, in un gioco di contrasti gastronomici rielaborati con maestria in variazioni gustose e sempre nuove. Dalle trattorie nelle malghe, a ristoranti di alto livello con chef stellati, l’offerta dei ristoranti è molto varia ed incontra tutti i gusti. Luoghi ideali per assaporare anche i numerosi vini dal carattere forte, come il Pinot Bianco, il Lagrein, il Gewürztraminer, il Sauvignon e il Versoaln, proveniente dal vitigno autoctono di Castel Katzenzungen a Prissiano, fiore all’occhiello dell’Alto Adige. Un nettare prezioso e raro, unico nella sua specie tanto da essere servito solamente in questa regione, la cui vite cresce rigogliosa da oltre 350 anni, raggiungendo un’ampiezza di 300 metri quadrati. Dal 2006 paternità dei #giardinidisissi, il Versoaln gode del primato di vitigno più grande ed antico del mondo.

Terra d’integrazione, i Giardini di Castel Trauttmansdorff costituiscono un ponte tra l’area linguistica tedesca e italiana e un punto di incontro armonioso e pacifico tra diverse culture. Grazie alle attrazioni sorprendenti, tra cui ben 10 padiglioni a tema, la piattaforma panoramica, la voliera e la grotta, i Giardini sono un’esperienza per tutti i sensi e per tutte le età, luogo di riposo dalle incantevoli viste panoramiche e dall’aspetto che si rinnova di settimana in settimana, arricchendosi ogni anno di nuove idee e fioriture multicolori.

Per scoprire le nuove tariffe e gli orari d’apertura basta collegarsi al sito web: www.trauttmansdorff.it

News correlate

settembre 22, 2017
settembre 06, 2017
luglio 27, 2017

Ti potrebbe interessare anche

luglio 03, 2017
giugno 22, 2017

Filtro avanzato