logo fnb
food&lifestyle
aprile 07, 2017

Donnafugata al Vinitaly 2017


Novità e conferme per l'azienda al primo Vinitaly senza il fondatore Giacomo Rallo.

A #verona, il primo frutto degli investimenti in Sicilia Orientale, il Frappato di Vittoria “Bell'Assai”. La nuova etichetta sarà autografata dal suo autore Stefano Vitale.

In degustazione allo stand annate storiche dei vini di punta Chiarandà, Tancredi, Ben Ryé

e Mille e una Notte che sarà ad Opera Wine di Wine Spectator con l’annata 2008.

Al primo Vinitaly senza il suo fondatore Giacomo Rallo, l’azienda oggi guidata da Gabriella Rallo e dai figli José e Antonio, presenta un’importante novità, il #vino d’esordio del progetto produttivo con il quale è in Sicilia orientale dalla vendemmia 2016: è il Bell’Assai, Frappato di Vittoria Doc. Un #vino di spiccata freschezza e dal tannino vellutato, un rosso fragrante che stupisce per l’immediata piacevolezza.

Il nome Bell’Assai è quello della fanciulla raffigurata nell’etichetta d’autore, ispirata da Gabriella Rallo e disegnata da Stefano Vitale, un’etichetta che vuole celebrare l’amore per il bello. Per il legame speciale tra Stefano Vitale e Donnafugata, domenica 9 aprile l’artista sarà allo stand dell’azienda per autografare copie dell’etichetta di Bell’Assai per winelover e collezionisti presenti in Fiera.

Alla kermesse veronese sarà ovviamente presentata tutta la produzione di Donnafugata: una gammadi vini che si distinguono per piacevolezza e complessità e che sono il frutto dei territori di Contessa Entellina e Pantelleria, e per la prima volta, anche di Vittoria. Per assaggiare i vini dell’Etna, l’altro territorio in cui Donnafugata ha avviato il proprio impegno con la vendemmia 2016, bisognerà invece aspettare il prossimo anno quando gli affinamenti di questi prodotti saranno completati.

Grande attesa anche per l’assaggio di alcune annate ormai fuori commercio, tratte dalle riserve storiche dell’azienda per occasioni speciali come quella di Vinitaly: si potranno così assaggiare il 1996 ed il 2007 del bianco Chiarandà, il 1998 ed il 2005 del rosso Tancredi ed il 2008 edizione limitata di Ben Ryé Passito di Pantelleria.

Del Mille e una Notte – altro testimonial di straordinaria longevità – sarà in assaggio il 1996 ed il 2008; quest’ultima è pure l’annata selezionata da Wine Spectator per Opera Wine, la rassegna dei migliori vini italiani, organizzata dalla testata americana in collaborazione con Vinitaly, e che si terrà sabato 8 aprile al Palazzo della Gran Guardia.

In abbinamento ai vini icona Mille e una Notte e Ben Ryé, ci saranno anche le dolci e originali creazioni di Paola e Fabio Bergaglio della Bodrato Cioccolato.

Chi non riuscisse ad essere a #verona, potrà seguire i momenti salienti di Vinitaly sui canali social dell’azienda: dal profilo facebook DonnafugataWine saranno trasmesse diverse dirette che vedranno la partecipazione di Antonio e José Rallo insieme ad Andrea Lo Cicero, siciliano Doc e fan di Donnafugata, già rugbista nazionale e oggi noto conduttore televisivo, e di Fede & Tinto, voci e volti dell’enogastronomia POP come loro stessi amano definirsi.