logo fnb
food&lifestyle
giugno 21, 2016 - Molini Pivetti

Campi Protetti Pivetti: la prima certificazione sulle farine Made in Italy per i professionisti della pizza

Campi Protetti Pivetti è un marchio, creato da #molinipivetti, che certifica completamente la filiera di produzione del grano destinato alle farine per pizzeria professionale dell’azienda. Obiettivo: garantire massimo controllo e la totalità italianità e salubrità, dal campo alla macinazione in molino. È il primo marchio, in questo settore, certificato dall’ente internazionale CSQA e nasce per garantire un controllo totale sulla filiera di produzione delle farine dell’azienda e portare in tavola un prodotto premium, ideale per la preparazione di pizze eccellenti. Oltre a proteggere origine, tracciabilità e qualità delle farine, #molinipivetti ha investito molto sulla trasparenza: sul sito #campiprotetti.it, infatti, sono disponibili tutte le informazioni che disciplinano la produzione, la certificazione di prodotto e la tracciabilità di filiera.

7 motivi per scegliere le farine #campiprotetti Pivetti

1) La qualità del prodotto inizia già dalle materie prime e dai criteri con cui queste materie sono realizzate. #molinipivetti, attraverso un team di tecnici, valuta l’idoneità di ogni agricoltore per la coltivazione di frumento #campiprotetti Pivetti nel rispetto del disciplinare. La scelta geografica è netta: solo provincie di #ferrara, #bolognaemodena, l’areale più vocato alla coltivazione dei grani di migliore qualità in Italia.
2) Ogni agricoltore semina solo le varietà di grano presenti nel disciplinare e si impegna a rispettare le pratiche colturali stabilite per garantire la massima salubrità del grano prodotto.
3) Il terreno è la fonte della qualità del prodotto finale. Per questo, grazie a tecnici specializzati, #molinipivetti fornisce precise informazioni su come arricchirlo e obbliga il coltivatore a registrare ogni operazione nel Quaderno di Campagna. Massima tracciabilità, quindi, per un terreno realmente qualificato.
4) Anche i trattamenti permessi sulle coltivazioni sono normati in modo preciso e dettagliato all’interno del disciplinare. E, soprattutto, sono attuati solo dopo il riscontro di una reale necessità. Anche in questo caso, la chiarezza è fondamentale: ogni operazione deve essere documentata nell’apposito registro.
5) Solo il grano che corrisponde all’elevato standard qualitativo richiesto è marchiato #campiprotetti Pivetti. La materia prima che non supera i severi test di idoneità, lungo tutto l’iter di coltivazione, viene declassata a frumento convenzionale.
6) Il grano che arriva nello stabilimento Pivetti è controllato e garantito nella sua salubrità, qualità e origine ed è conservato nei silos di stoccaggio attraverso la tecnologia del freddo.
7) Per l’ultima fase del processo, Pivetti ha scelto di mantenere un altissimo standard scegliendo la macinazione in purezza: così l’azienda conserva intatta, in ogni sacco, la naturale bontà della materia prima.


Edoardo Marangoni
Ufficio stampa
edoardo.marangoni@gruppoicat.com
tel. +39 049 8703296 (Ufficio stampa › int. 3)