logo fnb
food&lifestyle
aprile 26, 2016

Un miliardo di bottiglie di prosecco: a Gourmandia confronto tra Gianluca Bisol, Matilde Poggi e i consorzi

Sabato 14 maggio a #santaluciadipiave Gianluca Bisol, Matilde Poggi (FIVI) e i presidenti dei tre Consorzi di Tutela ospiti di Davide Paolini Prosecco: un futuro di un miliardo di bottiglie o della ricerca della qualità?” Con questa domanda Davide Paolini, il Gastronauta di Radio24 e del Sole 24 ore, ha chiamato a sedersi attorno allo stesso tavolo Gianluca Bisol (produttore di Valdobbiadene), Matilde Poggi (presidente FIVI) e i presidenti dei tre Consorzi di Tutela del Prosecco. Lo faranno sabato 14 alle ore 16 negli spazi dell'ex Filanda di #santaluciadipiave, nell'ambito della prima edizione del salone Gourmandia – Le Terre Golose del Gastronauta.

Bisol, che recentemente ha previsto un aumento della produzione fino ad un miliardo di bottiglie entro i prossimi 20 anni, si confronterà per la prima volta in un dibattito pubblico con Matilde Poggi, presidente della Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti da cui è arrivata una netta contrarietà ad ogni ampliamento della produzione, e con i presidenti dei tre Consorzi di Tutela: Stefano Zanette, Consorzio Prosecco DOC, Innocente Nardi Consorzio Conegliano Valdobbiadene  DOCG e Armando Serena, Consorzio Asolo Montello.

L'andamento dei prezzi, le reazioni dei mercati e la possibilità di mantenere gli attuali ritmi di crescita saranno i temi su cui Davide Paolini metterà a confronto i diversi interessi e punti di vista esistenti nelle tre denominazioni che condividono la produzione di Prosecco. Sullo sfondo la qualità delle produzioni e la possibilità di mantenerla tale anche con un vigneto di 60.000 ettari distribuiti tra Veneto e Friuli.

Non si parlerà solo di #vino naturalmente a #gourmandia. Da sabato 14 a lunedì 16 maggio saranno in mostra prodotti artigianali, eccellenze gastronomiche e street food. Fitto il calendario di eventi, con dibattiti,  incontri e show cooking curati da grandi firme della cucina come Davide Oldani, Iginio Massari, Gualtiero Marchesi, Gianfranco Vissani, Renato Bosco e Tomaz Kavcic.